READING

Il Cameo (48) – Cyprus Times, un attentato c...

Il Cameo (48) – Cyprus Times, un attentato che dà da pensare

Una bomba a tubo è esplosa, il 4 marzo 2020, davanti agli uffici del MC Digital Media Group di Limassol, Cipro. Nonostante l’ordigno, innescato alle due del mattino, non abbia causato feriti, rimane un episodio molto preoccupante per la libertà di stampa. Difatti, la palazzina sede di MC è anche la sede del sito di notizie Cyprus Times, di cui MC è proprietario, così come di altre piccole realtà del mondo dell’informazione locale che si occupano di economia, sport, spettacoli. E se non si può dire con assoluta certezza che l’azione criminale sia rivolta alla testata giornalistica, è tuttavia molto probabile un collegamento tra l’ordigno e il giornale digitale. Il caporedattore Myriella Avraamidou ha dichiarato che, a suo parere, l’attacco ha a che fare con le inchieste condotte dal giornale. La polizia, nei primi giorni di indagine, ha già escluso altre piste (come questioni personali) e si sta concentrando sulla tesi di un’azione intimidatoria.  Gli inquirenti hanno affermato che non c’è stato alcun avvertimento prima dello scoppio, né dopo l’esplosione alcuno ha rivendicato l’attentato.

 

 

 

 


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *