READING

ALI AL-MUQRI | Giornalista e scrittore yemenita, r...

ALI AL-MUQRI | Giornalista e scrittore yemenita, rifugiato presso MDJ

Percorso professionale
Autore di 10 libri, romanzi, poesie e saggi, Ali Al-Muqri è nato a Taiz, nel nord dello Yemen, nel 1966. Ha lavorato per molti giornali progressisti dalla fine degli anni Ottanta. Nel 2007 è stato direttore della rivista letteraria Ghaiman. Si è fatto a poco a poco la reputazione di un uomo di lettere impegnato nella causa delle minoranze sociali e religiose, come dimostrano i suoi romanzi: il primo, intitolato Ta’m aswad, ra’iha sawdā (“Sapore nero, odore nero”), del 2008, non tradotto in italiano; il secondo, Il bell’Ebreo, finalista IPAF nel 2011; Femme interdite (“Donna proibita”), che sarà tradotta prossimamente in italiano, e che ha ricevuto il premio per la letteratura araba 2015. È anche autore di un saggio molto coraggioso, sul rapporto tra alcol e Islam.
Il lavoro di Ali Al-Muqri è riconosciuto a livello internazionale: ha collaborato, tra gli altri, con il New York Times e uno dei suoi editoriali è stato tradotto per il quotidiano francese Libération. È spesso ospite di festival letterari internazionali come l’Internationales Literaturfestival di Berlino.

Le cause dell’esilio
A causa del suo impegno militante, Ali Al-Muqri ha ricevuto numerose minacce di morte e fatāwà. Alla luce della situazione politica del suo Paese in guerra, ha lasciato lo Yemen nel 2015 per rifugiarsi in Francia ed entrare alla Maison des journalistes nell’ottobre 2015.

Attività in Francia
Ali Al-Muqri continua a scrivere in Francia e cerca di approfondire la sua conoscenza della cultura francese.


COMMENTS ARE OFF THIS POST