READING

Febbraio 2018: tutte le violazioni contro i giorna...

Febbraio 2018: tutte le violazioni contro i giornalisti in Siria

La Syrian Journalists Association (SJA) ha documentato 10 violazioni contro i media commesse lo scorso mese, febbraio 2018.
Il rapporto mensile, pubblicato dall’SJA il 4 marzo 2018, mostra che le violazioni contro la libera informazione in Siria sono continuate nell’ultimo mese a seguito dell’escalation militare sull’arena siriana, in particolare nel governatorato della Ghouta orientale e nel nord della Siria.

L’SJA ha documentato principalmente l’uccisione di 4 professionisti dei media nell’ultimo mese; uno degli uccisi stava lavorando con una forza armata. Si tratta di Abdul Rahman Ismael Yassin, reporter dell’Hammouriyeh Media Office, una pubblicazione dell’opposizione. L’uomo, ferito da un barile-bomba, è morto in ospedale. Vale la pena ricordare che il numero totale di professionisti dei media uccisi documentati dal SJA da metà marzo 2011 è salito a 426.
Il rapporto mostra che diverse parti in guerra nell’arena siriana sono le responsabili delle violazioni. Il regime al governo e la Russia sono responsabili di 8 episodi ciascuno, PYD ha commesso 2 violazioni mentre HTS ha commesso una violazione.
I casi del mese di febbraio variano tra uccisioni, ferimenti e rapimenti; sei professionisti dei media sono rimasti feriti e uno è stato rapito. Per quanto riguarda la distribuzione geografica, le violazioni sono avvenute principalmente nelle aree che assistono alle operazioni militari. Il governatorato della campagna di Damasco è stato teatro di 6 violazioni mentre Idlib è stato testimone di 3 violazioni, Aleppo di 2.

Nell’ultimo mese è avvenuto il rilascio dell’attivista dei media Alan Salim Ahmad. L’uomo era rimasto detenuto per un anno e mezzo dal PYD ad Hasaka, nel nord-est della Siria.

Ecco il rapporto completo del mese di febbraio 2018.


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *